Emergenza Coronavirus, riunione in Prefettura a Campobasso

25 Febbraio 2020 0 Di

(PressMoliLaz) Campobasso, 25 feb. Il Prefetto di Campobasso, Maria Guia Federico, d’intesa con il Presidente della Regione Donato Toma, ha presieduto,  nella giornata odierna,  una riunione operativa finalizzata a valutare congiuntamente le misure precauzionali già in essere e quelle da programmare in relazione alla presenza, in altre aree del territorio nazionale, di un cluster di infezioni da coronavirus (2019-n.CoV).

Hanno partecipato, oltre al Presidente Toma, il Vicario reggente della Prefettura di Isernia, i Sindaci di Campobasso e Isernia, i Presidenti delle due province, i vertici delle Forze di polizia territoriali, dei Vigili del Fuoco e del Comando Militare regionale, il Capo del competente Dipartimento regionale, il Sub Commissario ad acta della Sanità, il Commissario Straordinario  dell’Asrem, il Direttore del Dipartimento Unico di prevenzione dell’Azienda sanitaria, il Responsabile del Servizio 118,  il Dirigente del servizio regionale di Protezione Civile, il Referente  della Croce Rossa Italiana.

Nel corso dell’incontro è stato fatto il punto della situazione in ambito regionale, ove, allo stato, non si registrano casi sospetti o di positività al virus.

Le misure sin qui attivate consistono nell’adozione di un’ordinanza del Presidente della Regione, volta a garantire una costante ed attiva sorveglianza contro la potenziale diffusione del virus, consultabile sul sito www.regione.molise.it, nonché nel potenziamento dei servizi di emergenza sanitaria e di protezione civile.

All’esito della riunione è altresì emerso che ciascuna struttura operativa ha attivato le procedure di preallertamento per fronteggiare ogni  possibile evoluzione dello scenario.

Un plauso generale è stato rivolto a tutti i cittadini che hanno sinora mostrato senso di responsabilità e spontanea adesione alle raccomandazioni e alle disposizioni introdotte dall’autorità regionale e alle condotte di autoprotezione, mostrando piena consapevolezza della necessità di assicurare una collaborazione attiva  con le Istituzioni  per proteggere il territorio.