Roma Capitale, Guerrini (M5S): “Massimo sostegno a esigenze amministrative e dei dipendenti” Lo dichiara la presidente della Commissione per le Pari Opportunità di Roma Capitale Gemma Guerrini.

22 Maggio 2020 0 Di
(PressMoliLaz) Roma, 22 mag. “L’emergenza coronavirus ha ‘costretto’ le istituzioni a un profondo ripensamento dei modelli di organizzazione del lavoro esistenti. 
In tal senso, Roma Capitale ha affrontato con determinazione e chiarezza d’intenti la delicata e improvvisa sfida insorta al seguito del dilagare della pandemia, facendo ricorso a ogni strumento normativo utile a contemperare da un lato l’esigenza amministrativa di garantire la continuità dei servizi ai cittadini, dall’altro la piena tutela della salute e dei diritti dei suoi dipendenti. 
La parola d’ordine, in tal senso, è stata ‘flessibilità’. Oltre all’adozione di forme di lavoro agile, che hanno riguardato circa l’80% del personale capitolino durante la fase 1, il Campidoglio ha assecondato le richieste di cessazione del part-time avanzate da alcuni dipendenti per via delle inevitabili difficoltà economiche causate dall’emergenza e, soprattutto, ha emanato una circolare con cui si è proceduto alla concreta attivazione delle ferie solidali, oggetto dell’odierna Commissione per le Pari Opportunità. 
Attraverso questo istituto, il dipendente può cedere in tutto o in parte, su base volontaria e a titolo gratuito mediante atto scritto al proprio dirigente, le proprie ferie ad altro dipendente che abbia esigenza di prestare assistenza a figli minori che necessitino di cure costanti per particolari condizioni di salute. Una possibilità prevista e disciplinata a livello centrale dal d.lgs.151/2015, a cui i dipendenti capitolini potranno ricorrere fino al 30 settembre 2020.
Con l’attivazione degli strumenti citati, Roma Capitale ha raggiunto un duplice obiettivo: da un lato la tutela dell’incolumità del proprio personale, ivi compreso quello delle Partecipate, dall’altro l’adesione a nuove e innovative tipologie organizzative che hanno valorizzato e ottimizzato il lavoro dei dipendenti coinvolti. 
L’obiettivo è quello di consolidare tali istituti e di portarli a regime a emergenza finita, sulla scia di un processo di una radicale riconsiderazione dei vecchi schemi oramai irreversibile e finalizzato ad assicurare la massima efficienza, efficacia ed economicità dell’azione amministrativa”.