Il Centrodestra al comune di Termoli replica alla nota del circolo cittadino del Pd

12 Dicembre 2020 0 Di

(PressMoliLaz) Termoli (CB), 12 dic 20 “Il Pd termolese vorrebbe dunque far passare che un consigliere comunale e la figlia di un assessore comunale, in qualità di liberi professionisti e psicologi, non dovrebbero rispondere ad un bando scolastico finanziato dal Ministero dell’Istruzione a cui la scuola statale secondaria di primo ordine “Maria Brigida”, che nulla dipende dal Comune di Termoli, ha partecipato. Pertanto, sarebbe come dire che il consigliere Oscar Scurti, che svolge il ruolo di docente a tempo determinato, non dovrebbe accettare le supplenze se lo stesso viene chiamato a svolgere tale attività all’Istituto Alberghiero dove il suo segretario di partito è anche il proprio dirigente scolastico.

Da quale pulpito giungono tali accuse. La direzione del Pd cittadino non ha vergogna a parlare di opportunità politica invocando la neutralità dei ruoli?

Ma non siete forse voi che invocate spazio ai giovani e poi nominate Maricetta Chimisso a segretario cittadino del Pd che non rappresenta certo la Primavera del Botticelli. La stessa Chimisso non era il vicesindaco e dirigente scolastico dell’Istituto Alberghiero, e assessore al Sociale, con l’occhio sempre vigile alle scuole secondarie di primordine al fine di calamitare gli iscritti presso il suo Istituto? Ma la Chimisso non è forse la consorte del componente nominato nel cda del Macte che pur non ci sembra più tanto giovane e allo stesso tempo può aver tolto una opportunità proprio ai giovani? Preferiamo fermarci qui e non cadere nel disperato Ciarpame politico dove, attualmente, sprofonda il Circolo termolese del Pd. Altrimenti bisognerebbe ricordare alla Chimisso, sempre in qualità di ex vicesindaco ed ex assessore al Sociale, se abbia mai controllato e vigilato a suo tempo su figli, mogli, mariti, compagne ecc. che, “casualmente”, sono stati impiegati nelle cooperative sociali che hanno appalti diretti con il Comune di Termoli.

Sentiamo proprio la nostalgia del vecchio Pd, almeno prima c’era un confronto costruttivo e un serio dibattito politico.

Va bene, guardiamo il lato positivo. Fin quando ci sarà questa direzione politica cittadina del Pd potremo fare sonni tranquilli.

Auguri di buon Natale, buon anno e buona Befana”.