Crack Ittierre, depositate le motivazioni del processo di bancarotta fraudolenta che ha coinvolto il gruppo

16 Dicembre 2020 0 Di

(PressMoliLaz.) V.G. –  Isernia, 16 Dic. 20   11 anni ci son voluti per arrivare alla sentenza di condanna di numerosi imputati, responsabili del fallimento della Ittierre sfociati  con  pluri condanne fino a 7 anni. Lunghi anni di indagini, inchieste, con cui la relatrice dr.ssa Costanza Cappelli (preceduta da altri suoi colleghi che nel  tempo avevano studiato e tenuto il caso tra le mani), venne  a capo di un folto ginepraio  relazionando  al collegio giudicante con i minimi particolari circostanze che videro  prima  imputati e poi condannati Tonino  Perna ed altri  coinvolti nel crac  (http://www.pressmoliselazio.it/2020/09/25/fallimento-ittierre-allex-manager-perna-7-anni-di-reclusione/ )

Tribunale Isernia

Oggi sono state depositate le varie motivazioni comprensuve di numerose operazioni fittizie e simulate, tra le quali quella delle finte vendite di stock di magazzino  eseguite per spostare ricchezza da una società ad un altra.

Circa 300 pagine in cui sono spiegate punto punto tutte le complesse operazioni infragruppo. La sentenza quindi spiega  le attivita’ criminogene che hanno comportato pregiudizio per i creditori e contribuito alla dissoluzione dell’impero molisano del lusso.

Una solida argomentazione scritta in 296 pagine che per questo va rimarcata perché è la sentenza più lunga della storia del Tribunale di Isernia