Per l’ex-Roxy nulla di fatto per la vendita, Roberto Gravina: «la decisione della Giunta regionale apre a scenari pericolosi per la città di Campobasso»

1 Marzo 2024 0 Di

 

 

(PressMoliLaz) Campobasso, 01 Mar 24 «L’avevamo detto in modo chiaro nei mesi scorsi come la decisione della Giunta regionale sull’ex-Roxy fosse un’operazione di facciata, decisamente pericolosa per il futuro della città di Campobasso, con una valutazione data allo stabile di sei milioni di euro, stessa cifra pagata dalla Regione per acquistarlo tredici anni fa, messa lì solo per evitare un danno erariale.

Il fallimento conclamato e fin troppo prevedibile della procedura che si voleva attivare con il Mef diventa, infatti, la scusa da parte del Governo regionale per rendere possibile la vendita dell’ex-Roxy e, soprattutto, per permettere di edificare sull’area di sedime dell’ex stadio Romagnoli, ignorando completamente le istanze del territorio e della collettività, contraria da sempre ad una cementificazione dell’area e che, invece, vede non nella vendita dell’ex-Roxy ma nella riqualificazione dell’intera area la soluzione ideale per permettere di sviluppare l’idea di un importante parco urbano cittadino.

Sarebbe il caso che ora, senza girarci inutilmente intorno, i consiglieri di centrodestra del Comune di Campobasso che in questi mesi hanno avvalorato con fervore l’intenzione della Giunta regionale di privare i cittadini campobassani di un parco urbano in centro, spieghino alla città il perché del forte disinteresse, anche in termini di confronto, che la comunità campobassana ha ricevuto dai vertici regionali con il loro interessato consenso».